Utilizziamo i cookie per permettere all'utente di usufruire al meglio del nostro sito Internet. Navigando, l'utente accetta l'uso dei cookie da parte nostra. La nostra policy sui cookie
Attiva l'uso di cookie per meglio usufruire del sito Internet. Consenti l'uso di cookie La nostra policy sui cookie

Questi prodotti sono appositamente formulati per offrire un apporto nutritivo adeguato in caso di disturbi gravi o nella fase di guarigione e dovrebbero essere utilizzati solo su consiglio di un veterinario.

Capisco e voglio vedere le Veterinary Diets Torna ai prodotti

IN VACANZA CON IL CANE

È tempo di fare le valige, si va in vacanza! Ecco come garantire al cane un viaggio sicuro.

Consigli di viaggio per cuccioli e cani adulti

  • Bagagli: il padrone potrebbe essere attirato da piatti dal gusto esotico, ma molto spesso non è lo stesso per il cane. Assicurarsi, quindi, di portare con sé una quantità sufficiente dei suoi alimenti abituali per non alterare la sua digestione: una notte in viaggio, infatti, potrebbe causargli disturbi di stomaco. Inoltre, non dimenticare le sue coperte, il suo lettino e i suoi giocattoli preferiti, che lo aiuteranno a sentirsi al sicuro in un ambiente nuovo.
  • Passaporto: se ci si reca all'estero, verificare la documentazione richiesta dalle autorità ai fini del viaggio (il veterinario saprà fornire le informazioni necessarie). Per viaggi all'interno dell'Unione Europea sono obbligatori un passaporto per animali domestici, l'applicazione del microchip identificativo e la vaccinazione antirabbica in corso di validità. Verificare le norme che regolano l'uscita e il rientro nel proprio paese; il cane, ad esempio, deve avere almeno 15 settimane al momento della partenza. Inoltre, dato che esistono molte eccezioni alle norme, è opportuno consultare il proprio veterinario.
  • Pianificazione: prima del ritorno a casa, il cane deve essere sottoposto ai trattamenti antipulci e di sverminazione da uno specialista 24 ore prima della partenza. Prima di intraprendere il viaggio, verificare le norme previste per il ritorno e scoprire a chi rivolgersi nel paese di destinazione per eventuali adempimenti precedenti il ritorno.
  • Traghetto: se si viaggia in traghetto, anche un tragitto molto breve può richiedere che il cane rimanga solo in auto per diverse ore, quindi l'acqua è essenziale. Assicurarsi, consultando la compagnia di navigazione, della possibilità di fare frequenti visite al cane durante il viaggio. In giornate molto calde e afose prendere tutte le misure necessarie per fare in modo che stia bene. Per viaggi più lunghi o che prevedono il pernottamento, potrebbe essere necessario che il cane indossi una museruola nel tragitto da e verso i canili di bordo.
  • Automobile: considerare in anticipo le condizioni atmosferiche e il tragitto, specialmente se il proprio veicolo non è dotato di aria condizionata, e valutare se il viaggio sia davvero necessario per il cane. Non lasciarlo mai incustodito all'interno dell'auto. Il modo di viaggiare più sicuro per il cane è in una cesta sistemata nella parte posteriore del veicolo, lontano da airbag e acceleratore. Lasciargli ampio spazio. Avere cura di rivestire la cesta con coperte o materiale morbido non scivoloso, in modo che non si ferisca nel caso di manovre brusche. Pianificare il viaggio con cura, prevedendo soste ogni due ore per consentirgli di bere e fare i suoi bisogni. Se il cane è soggetto a mal d'auto, non dargli da mangiare prima di partire o informarsi dal proprio veterinario su un medicinale antinausea.
  • Aereo: viaggiare in aereo può risultare problematico, in quanto solo alcune compagnie ammettono i cani in cabina (ci sono tuttavia eccezioni a questa regola). A questo proposito, consultare con largo anticipo la compagnia aerea con la quale si intende viaggiare.
  • A destinazione: è fatta! La piscina dovrà aspettare, prima è necessario aiutare il proprio cane ad ambientarsi. Innanzitutto, portarlo a fare una passeggiata che lo aiuterà a riprendersi dallo stress del viaggio. Al ritorno al proprio alloggio, lasciargli il guinzaglio e farlo gironzolare tranquillamente fuori e dentro la sua nuova casa. Ancora una volta ha bisogno di capire quali sono i suoi spazi, dove dormire e fare i suoi bisogni. In merito a quest'ultimo punto, è bene essere preparati a qualche piccolo incidente in casa. Affrontare questi episodi nello stesso modo in cui è stato inizialmente affrontato l'addestramento domestico mesi prima. Rimanere fedeli alla propria routine di esercizi e al proprio programma di alimentazione. Ci si può, infine, rilassare, sapendo che è felice.

In caso di dubbi o preoccupazioni in merito al viaggio con il cane, consultare il veterinario e, se possibile, la compagnia turistica con la quale è stata effettuata la prenotazione.


Ricomincia la ricerca del Product?

Lorem ipsum dotor amet requiem

Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident